Utensileria e ferramenta

Guida all’acquisto delle migliori pitture per esterni

Dipingere la tua casa non è qualcosa che fai spesso, ma quando arriva il momento di nuovo, vuoi assicurarti di ottenere la migliore pittura esterna per la casa per il lavoro. Si tratta di prodotti che vengono costantemente migliorati ed è improbabile che ciò che hai acquistato l’ultima volta sia ancora disponibile.

E questa è una buona notizia perché le pitture per esterni della casa di oggi sono quasi invariabilmente migliori di quelle che hai usato l’ultima volta. Ma lo shopping può creare confusione. Non è solo una questione di colore o lucentezza (finitura superficiale). Con sempre maggiore enfasi sull’impatto ambientale delle finiture protettive e decorative, si vuole anche pensare alla composizione chimica della vernice.

Per aiutarti a trovare le informazioni necessarie per prendere una decisione informata, CreHome ha studiato una vasta gamma di alternative. Abbiamo esaminato sia i marchi economici che quelli premium. I nostri consigli sottolineano la varietà tra cui devi scegliere e esaminiamo come sono realizzati nella seguente guida all’acquisto delle pitture per esterni. Offriamo anche alcuni suggerimenti per ottenere il meglio dalla vernice e rispondere a una serie di domande importanti.

Se sei paziente, puoi usare un pennello per dipingere l’esterno della tua casa, ma un rullo è solitamente più veloce. Usa il pennello per angoli e bordi.

Considerazioni chiave

Formula

Tutte le pitture per esterni della casa rientrano in una delle due categorie: a base di olio (chiamata anche a base di solvente) e a base di acqua (nota anche come lattice e / o acrilico).

Torna indietro di un decennio e le vernici a base d’acqua venivano utilizzate solo all’interno, ma ora sono molto più resistenti e durano più a lungo. Ove possibile, raccomandiamo vernici a base d’acqua per diversi motivi.

  • Sono più gentili con l’ambiente e con te.
  • Si puliscono con acqua e sapone (le vernici a base di olio necessitano di trementina o diluenti).
  • Si asciugano più velocemente.
  • Hanno una maggiore resistenza ai raggi UV e quindi, in generale, mantengono il loro colore più a lungo.
  • Sono traspiranti e quindi non intrappolano l’umidità che può causare muffe e funghi.

Se hai ringhiere in acciaio o altre strutture metalliche da dipingere, le vernici a olio sono comunque consigliate perché aderiscono meglio a quelle superfici e creano una pelle resistente. Su tutto il resto, le vernici al lattice a base d’acqua offrono maggiore flessibilità: sono buone per i rivestimenti come lo sono per le pareti semplici.

Finire

Sebbene la finitura superficiale sia una scelta personale, è qualcosa che devi considerare all’inizio perché mentre alcuni produttori offrono un’ampia varietà di finiture – e anche versioni interne ed esterne della stessa vernice – altri hanno una gamma più ristretta.

È comune utilizzare una finitura piatta (opaca) o semilucida per calcestruzzo, mattoni o stucco e una finitura satinata, semilucida o lucida per infissi e porte.

Meno riflettente è la finitura, meglio nasconde eventuali imperfezioni. Applicare la lucentezza su una superficie irregolare può causare ombre sgradevoli e evidenziare le aree usurate. Se usi una finitura piatta, gli stessi difetti di solito passano inosservati.

Inoltre, tieni presente che anche se acquisti lo stesso colore dallo stesso produttore, una finitura opaca avrà un aspetto molto diverso da una finitura semilucida o lucida. Se riesci a procurarti un campione, è una buona idea fare un patch test su un’area sul retro della casa o in un altro luogo che potrebbe passare inosservato o può essere nascosto.

Inoltre, tieni presente che di solito è facile applicare una finitura lucida su una superficie precedentemente opaca, ma se vuoi fare il contrario dovrai probabilmente levigare la superficie affinché la nuova vernice aderisca correttamente.

Colore

È probabile che ci sarà una piccola differenza tra il colore che vedi sullo schermo del tuo computer, tablet o telefono e il colore della vernice nella vita reale. Molti produttori ti venderanno prima un piccolo campione in modo che tu possa controllare. Se hai bisogno di una corrispondenza precisa, avrai bisogno di un mix personalizzato da un rivenditore di vernici locale. Assicurati di conservare il biglietto a colori fornito in modo da poterne ottenere di più se necessario.

Opacità

La maggior parte dei produttori di vernici per esterni afferma che il loro prodotto offre un’eccellente coprenza: coprirà le mani precedenti senza che quelle mani si vedano. In pratica, questo non è sempre così efficace come suggerisce il produttore. Probabilmente avrai bisogno di due mani e in alcuni casi tre. È molto difficile coprire un colore scuro con uno più chiaro. Se davvero devi farlo, probabilmente sarà più veloce a lungo termine rimuovere la vecchia vernice, se possibile.

Se stai usando il lattice a base d’acqua, puoi lavare spazzole e rulli nel lavandino finché sei sulla fognatura. Se utilizzi vernici a base di olio, devi smaltire i solventi e i detergenti in modo responsabile. È illegale gettarli nello scarico.

Accessori

Rullo per dipingere: Rullo e set di pennelli Bates
Questo set a basso costo ha tutto ciò di cui hai bisogno, dal vassoio della vernice ai rulli principali e di dettaglio, al pennello da taglio e al tampone per quelle aree difficili. Il rullo principale è un modello professionale da 9 pollici con una maniglia filettata che accetterà un’asta di estensione.

Guanti da lavoro: Guanti da lavoro in nitrile Dex Fit
Le vernici a base di solventi non fanno bene alle mani e anche i prodotti a base d’acqua possono essere difficili da togliere dalla pelle. Questi guanti sono realizzati con una miscela di nylon e spandex per un’ottima vestibilità e comfort. Danno molta sensazione e non scivolano quando sono bagnati. Sono anche lavabili in lavatrice.

Tutti sanno come dipingere la loro casa, giusto? Ma le formulazioni delle pitture per esterni cambiano continuamente. Se vuoi massimizzare la durata, leggi e segui attentamente le istruzioni.

Prezzi della vernice esterna della casa

Economico: A volte troverai vernici per esterni economiche su speciali nel tuo negozio locale. Potrebbe essere solo € 10 o € 15 al gallone, ma devi stare attento che lo stock non sia scaduto. Ci aspetteremmo che i prezzi iniziassero a circa € 20 al gallone per il flat white di base.

Fascia media: La maggior parte delle pitture per esterni costa tra € 30 e € 45 al gallone. Flat è la variante più economica, satinato, semilucido e lucido di solito costano progressivamente di più. Sappiamo che il budget è sempre un fattore importante, ma di solito vale la pena investire in vernici di qualità. Significa che la tua casa avrà un aspetto migliore più a lungo.

Costoso: Probabilmente pagherai qualche dollaro in più se acquisti un mix personalizzato. Se desideri le vernici per esterni zero-VOC più rispettose dell’ambiente (e meno dannose), probabilmente pagherai fino a € 50 per gallone.

Ogni volta che sei su una scala c’è il rischio di un incidente. Assicurati che sia stabile e, se devi lavorare in pendenza, usa un modello con piedini regolabili, non perdere mai blocchi. Prendi l’abitudine di spostare la scala regolarmente in modo da non essere mai tentato di sbilanciarti.

Suggerimenti

Una buona pittura per esterni può durare dai sette ai dieci anni, ma è importante che sia applicata correttamente. Questo consiglio generale ti aiuterà a fare un ottimo lavoro.

  • Preparati con cura. Non “dipingere sulle crepe”. Questi difetti saranno più difficili da correggere in seguito. Ora è il momento di fare tutti quei piccoli lavori di manutenzione che hai rimandato.
  • Lavati accuratamente. Strofina via la vecchia vernice che si sta sfaldando. Riempire e carteggiare dove necessario. L’applicazione di un primer è generalmente una buona idea perché migliora l’adesione dello strato superiore di vernice. Tuttavia, dipende dalla vernice esterna che hai scelto. Alcuni sono primer e top coat all-in-one.
  • Dipingi dal file superiore della casa giù. In questo modo lavori sempre lontano dalle aree dipinte di recente e non rischierai di danneggiarle, cosa che potrebbe accadere se lavori dal basso verso l’alto.
  • Evita temperature estreme. Prova a dipingere all’ombra. Ciò significa dipingere diverse parti della casa in diversi momenti della giornata. Il produttore di solito indica le temperature minime e massime sulla lattina.
  • Attendere 24 ore tra una mano e l’altra. Sebbene alcune vernici affermino di coprire in una mano, tende ad essere in condizioni ideali (qualunque esse siano). Nella nostra esperienza, spesso è richiesta una seconda mano. Anche se la prima mano si asciugherà probabilmente in un paio d’ore, di solito si suggerisce di attendere 24 ore prima di aggiungere la seconda.

Dipingere una casa ti dà un grande senso di realizzazione, ma affrontare l’esterno anche di una casa modesta è una vera sfida. Se non sei in forma al 100%, potrebbe valere la pena chiamare un professionista.

FAQ

D. Posso dipingere rivestimenti in alluminio o vinile?
UN. Puoi. Scegli una giornata fresca. Non lavorare in condizioni di caldo o umidità. Potrebbe sembrare che la vernice si asciughi più rapidamente, ma potrebbe non aderire correttamente.

È importante pulire a fondo la superficie prima di dipingere (una soluzione al 30% di aceto bianco e al 70% di acqua è popolare; il detersivo per bucato è un’altra opzione). Potresti usare un’idropulitrice, ma farai un lavoro migliore se ti avvicini e ti avvicini con una spazzola a setole morbide. Risciacquare con acqua naturale. Se si vedono chiazze di alluminio, è una buona idea usare un primer. Altrimenti non è necessario. Usa una vernice acrilica in lattice, che ha la flessibilità necessaria per far fronte al movimento del binario di raccordo al variare del tempo.

D. I COV nella pittura esterna della casa sono pericolosi?
UN. I composti organici volatili sono sicuramente qualcosa che dovresti ridurre al minimo ei produttori di vernici stanno lavorando per abbassare i loro livelli tutto il tempo. I COV vengono rilasciati nell’aria mentre dipingi e quando dipingi in interni possono darti mal di testa se non indossi un respiratore o non hai ventilato adeguatamente la stanza. Alcuni COV sono stati identificati come cancerogeni e l’EPA ora ne fissa dei limiti legali. Affinché qualsiasi pittura domestica (interna o esterna) possa essere definita “a basso contenuto di COV”, esiste un numero massimo di grammi per litro di COV che la vernice può contenere. Per la vernice a base d’acqua, quel numero è 250; per la pittura a olio, quel numero è 380. Molti sono molto più bassi. Le vernici sono considerate prive di COV se contengono meno di 5 grammi per litro. Attualmente, queste vernici sono piuttosto difficili da trovare e costose.

D. Come smaltisco le pitture per la casa inutilizzate?
UN. È meglio lasciare il coperchio fuori dalla lattina in modo che la vernice si asciughi. Se si tratta di vernice a base d’acqua, può essere gettata nella spazzatura, anche se sempre più spesso ci sono raccolte sul marciapiede per riciclare il metallo dalla lattina. Se si tratta di vernice a base di olio, contiene sostanze chimiche pericolose e deve essere smaltita correttamente. Controlla il sito web del tuo comune per lo smaltimento della vernice nella tua zona.

Vedi anche

Menu