Riscaldamento e climatizzazione

Migliori ventilatori nebulizzatori: guida all’acquisto

Nelle calde giornate estive, vuoi stare fuori a prendere il sole, ma a volte Madre Natura è così implacabile che ti manda a correre per il condizionatore d’aria più vicino. Puoi provare a configurare un ventilatore tradizionale, ma una brezza calda non sarà così rilassante. Quello di cui hai bisogno è un ventilatore che nebulizza.

Le ventole di nebulizzazione combinano il flusso d’aria di una ventola tradizionale con l’effetto di raffreddamento di una leggera nebbia, consentendoti di goderti la vita all’aria aperta nel massimo comfort. Ma alcuni ventilatori di nebulizzazione sono più potenti di altri e alcuni producono una nebbia più fine di altri. La ventola di nebulizzazione giusta per te dipende dalle caratteristiche che ti interessano di più.

A CreHome, abbiamo fatto la ricerca e abbiamo ristretto il campo ai primi cinque fan di nebulizzazione, elencati nella tabella sopra. Continua a leggere per saperne di più sull’appannamento dei fan e sulle considerazioni che riteniamo importanti quando ne acquisti uno.

I ventilatori di nebulizzazione non sono efficaci in condizioni di elevata umidità perché immettono più vapore acqueo nell’aria, il che aumenta ulteriormente l’umidità.

Potenza della ventola di nebulizzazione

Una delle considerazioni più importanti quando si sceglie qualsiasi tipo di ventilatore è la potenza. Potresti aver sentito parlare della misurazione dei giri al minuto (RPM), ma in realtà non è così utile come potrebbe sembrare.

Una misurazione RPM ti dice quanto velocemente gira la ventola e può anche darti un’indicazione di quanto forte sarà la ventola, ma non può dirti quanta aria si muove la ventola. Per questo, è necessario esaminare la misurazione dei piedi cubi al minuto (CFM) della ventola.

Maggiore è il CFM, maggiore è il flusso d’aria prodotto dalla ventola e più fredda ti farà sentire. I CFM possono variare da 200 CFM per piccoli ventilatori a 5.000 CFM per grandi ventilatori industriali.

Pressione dell’acqua

Se le goccioline di una ventola di nebulizzazione sono troppo grandi, potresti finire per sentirti come se fossi stato fuori sotto la pioggia. Per questo motivo, la maggior parte delle persone desidera un ventilatore che produca la nebbia più fine possibile. La qualità della nebbia dipende da due cose: la dimensione degli ugelli (più piccoli sono gli ugelli, più piccole sono le goccioline) e le libbre per pollice quadrato (PSI). Un PSI elevato è indicativo di una pressione dell’acqua più elevata, che si traduce in una nebbia più fine. In termini di numeri, una ventola di nebulizzazione può variare da 30 PSI a oltre 1.000 PSI.

Alcune ventole di nebulizzazione portatili possono essere collegate a una porta USB per la ricarica.

Deposito d’acqua

Dovrai fornire acqua alla tua ventola di nebulizzazione e ci sono due modi per farlo: riempiendo un secchio d’acqua incorporato o collegando la ventola direttamente a un tubo. Ogni metodo ha pro e contro.

  • Una ventola di nebulizzazione con serbatoio di accumulo incorporato è comodamente trasportabile; non è necessario essere vicino a un tubo per far funzionare la ventola. Tuttavia, il serbatoio richiede ricariche manuali e funzionerà solo per un periodo di tempo limitato.
  • Una ventola di nebulizzazione senza serbatoio con un tubo funzionerà a tempo indeterminato. Se stai cercando un prodotto che non necessita di ricarica, potresti apprezzarlo. Tenere presente, tuttavia, che il ventilatore deve mantenere un collegamento costante con un tubo. Questo potrebbe limitare in qualche modo la tua mobilità.

Caratteristiche di sicurezza

Come tutti i ventilatori, i ventilatori di nebulizzazione richiedono elettricità. E come tutti sanno, l’acqua e l’elettricità non si mescolano. Per evitare l’elettrocuzione, assicurati che la ventola di nebulizzazione scelta sia elencata UL o ETL. Ciò significa che i componenti elettrici sono racchiusi in modo sicuro e non sarebbero interessati se la ventola si bagnasse.

Se hai un ventilatore con serbatoio dell’acqua integrato, potresti anche cercarne uno che abbia una valvola di intercettazione dell’acqua. Questo chiuderà automaticamente l’acqua dal tubo e impedirà il trabocco del serbatoio.

Materiali per ventole

Le ventole di nebulizzazione possono essere realizzate in plastica o metallo. Le unità in plastica sono più economiche e tendono ad essere più leggere, quindi se stai cercando qualcosa di portatile, la plastica potrebbe essere la strada da percorrere. Tuttavia, la plastica economica può degradarsi al sole caldo, soprattutto se viene tenuta fuori per lunghi periodi di tempo. Per questo motivo, consigliamo ai potenziali acquirenti interessati a un ventilatore di plastica di optare per un prodotto di fascia più alta.

I ventilatori in metallo sono notevolmente più durevoli e resistenti alla corrosione. Una ventola in metallo può essere una scelta migliore se stai cercando una soluzione di raffreddamento a lungo termine, anche se pagherai di più in anticipo per una. Tieni presente che le ventole in metallo sono anche più pesanti e quindi non portatili come le ventole in plastica.

“La qualità della costruzione è particolarmente importante se hai intenzione di mantenere la tua ventola di nebulizzazione fuori. Gli elementi possono causare molta usura, anche quando la ventola non è in uso.”

Dimensioni del ventilatore

Una ventola più grande può raffreddare un’area più ampia, ma richiede anche più acqua ed elettricità. Inoltre, potrebbe essere troppo ingombrante da trasportare. Pensa a come intendi utilizzare il tuo ventilatore di nebulizzazione e scegline uno abbastanza grande da soddisfare le tue esigenze senza richiedere più risorse del necessario.

Se la portabilità è la tua preoccupazione principale, prendi in considerazione l’acquisto di un piccolo ventilatore portatile per nebulizzazione. Questi ventilatori sono leggeri e facili da riporre in una borsa o in tasca.

Funzionalità di personalizzazione

Sebbene non sia essenziale per il funzionamento della ventola, ecco alcune funzionalità aggiuntive che possono rendere l’utilizzo della ventola di nebulizzazione un’esperienza più confortevole.

  • Oscillazione: Le ventole che oscillano possono essere impostate per rimanere in una singola posizione o ruotare avanti e indietro per coprire un’area più ampia.
  • Velocità variabile: La maggior parte dei fan ha più impostazioni di velocità, quindi puoi scegliere la quantità di flusso d’aria di cui hai bisogno.
  • Impostazioni di nebulizzazione variabili: Come la velocità variabile, le impostazioni di nebulizzazione variabili ti danno l’opportunità di personalizzare il modo in cui la ventola ti raffredda.
  • Regolazione altezza: Una buona ventola di nebulizzazione ti consente di regolare l’altezza della ventola verso l’alto o verso il basso in modo da poterla posizionare dove vuoi.

Nebulizzare i prezzi dei fan

Le ventole di nebulizzazione variano nel prezzo da meno di € 10 per un’unità portatile a ben oltre € 300 per un ventilatore commerciale per impieghi gravosi.

Se stai cercando un buon ventilatore portatile, ti consigliamo di spendere circa € 20 per assicurarti di ottenere un prodotto di qualità che non si guasterà o colerà quando lo usi.

Se vuoi qualcosa di più grande, probabilmente dovrai spendere almeno € 100 per un buon ventilatore di nebulizzazione di plastica. Alcuni hanno serbatoi dell’acqua incorporati mentre altri possono essere collegati a un tubo. Questi ventilatori sono generalmente paragonabili ai ventilatori domestici standard in termini di flusso d’aria, livello di rumore e funzionalità. È comune trovare ventole di nebulizzazione con più impostazioni di velocità e oscillazione.

Una volta che ottieni più di € 200, stai entrando in fan commerciali pesanti. Questi prodotti sono generalmente più robusti e spesso realizzati in metallo anziché in plastica. Il flusso d’aria e la pressione dell’acqua sono in genere più elevati, quindi queste ventole svolgono un lavoro migliore per raffreddare un’area più ampia. Probabilmente non hai bisogno di qualcosa di questo calibro per l’uso quotidiano a casa, ma potrebbe valerne la pena se lo userai spesso.

Suggerimenti

  • Tenere la ventola di nebulizzazione lontana da dispositivi elettrici che potrebbero essere danneggiati se si bagnassero.
  • Puoi usare una ventola di nebulizzazione all’interno, ma tieni una finestra aperta mentre la esegui. Altrimenti, la nebbia si accumulerà probabilmente sui mobili e altri oggetti all’interno della tua casa.
  • Leggere il manuale di istruzioni per le linee guida specifiche sull’uso della ventola di nebulizzazione, inclusa qualsiasi manutenzione richiesta.
  • Prima di acquistare un ventilatore di nebulizzazione con serbatoio di accumulo dell’acqua, controllare la confezione e il manuale del proprietario per avere un’idea della durata del ventilatore.

Le ventole di nebulizzazione centrifughe hanno meno probabilità di intasarsi e tendono a produrre una nebbia più fine rispetto ad altri tipi di ventole di nebulizzazione.

FAQ

D. In che modo le ventole di nebulizzazione aiutano a mantenermi fresco?
UN. I fan di nebulizzazione non ti rinfrescano bagnandoti fradicio. Piuttosto, funzionano per raffreddamento evaporativo. Il ventilatore emette minuscole goccioline d’acqua che assorbono il calore dall’aria e poi evaporano. Questo, insieme al flusso d’aria dalla ventola, aiuta a ridurre la temperatura dell’area circostante.

D. La mia ventola di nebulizzazione richiede manutenzione?
UN. Potrebbe. Controlla il manuale del proprietario per sapere come prenderti cura della tua ventola di nebulizzazione. Potrebbe essere necessario pulire periodicamente il serbatoio dell’acqua con acqua e sapone. Le pale del ventilatore possono anche richiedere una pulizia occasionale se raccolgono molta polvere.

D. La mia ventola di nebulizzazione è ostruita. Cosa dovrei fare?
UN. Questo è un problema comune nelle famiglie con acqua dura. Il calcio può accumularsi dietro gli ugelli del ventilatore e impedire all’acqua di fluire liberamente attraverso di essi. In tal caso, rimuovere l’ugello e picchiettarlo delicatamente per cercare di rimuovere alcuni depositi. Puoi anche provare a immergerlo nell’aceto o nel lime per qualche minuto.

Vedi anche

Menu