Cucina

Guida all’acquisto dei migliori ionizzatori d’acqua alcalini

Le macchine per l’acqua alcalina sono diventate popolari a causa di numerose affermazioni di benefici per la salute approvate da atleti e celebrità. Disintossicazione, ridotta acidità corporea, supporto del sistema immunitario, perdita di peso e persino anti-invecchiamento sono tra i vantaggi che l’acqua alcalina può avere rispetto alla normale acqua potabile. Non sorprende, quindi, che ci siano molti dispositivi in ​​grado di fornirti la tua dose giornaliera di acqua alcalina, da semplici brocche a macchine elettroniche altamente complesse.

Data la diversità e le caratteristiche, può essere una vera sfida capire quale dispositivo fa cosa e quanto dovresti pagare.

I risultati della nostra ricerca ci hanno permesso di formulare alcune raccomandazioni che mettono in mostra la gamma di soluzioni a differenti fasce di prezzo. Per chiarire come funzionano e coprire eventuali domande tecniche, abbiamo messo insieme la seguente guida all’acquisto.

La scala del pH viene utilizzata per misurare acidi e alcalini. Va da 0 (altamente acido) a 7 (neutro) a 14 (altamente alcalino).

Considerazioni chiave

Come funziona

Il punto ovvio è che una macchina per l’acqua alcalina aumenta il normale livello alcalino dell’acqua, portando l’acqua potabile da un pH di circa 7 a un pH intorno a 8 o 9 suggerito da molti come un livello benefico. La macchina lo fa facendo passare l’acqua attraverso una serie di filtri o un unico filtro a più elementi. Le sostanze chimiche in questi filtri aumentano il pH dell’acqua e cambiano le sue proprietà come antiossidanti. Quest’ultimo viene fatto riducendo il potenziale di riduzione dell’ossidazione (ORP). I dati ORP negativi mostrano il livello di antiossidazione

I dispositivi elettronici, solitamente chiamati ionizzatori d’acqua, utilizzano filtri ma fanno passare anche una carica ionizzante attraverso l’acqua tramite elettrodi in titanio. Ciò consente loro di creare non solo acqua alcalina ma anche acqua acida. Vediamo quanto è forte e perché potresti volerlo di seguito.

Tipi di produttori di acqua alcalina

Brocca: Il dispositivo più semplice non è una macchina ma una brocca alimentata a goccia, molto simile a un depuratore d’acqua ma con un filtro più complesso. Queste brocche hanno un costo relativamente basso e non richiedono altro che un normale cambio del filtro. L’unico inconveniente è che potrebbero non fare una differenza significativa se hai l’acqua dura. Potrebbe valere la pena fare un rapido test della tua fornitura esistente.

Filtro da banco: Questo si attacca al tuo rubinetto esistente, con un tubo che porta a uno o due elementi filtranti alti. Un beccuccio fornisce acqua alcalina al tuo contenitore. L’adattatore del rubinetto ha una semplice leva per dirigere il flusso attraverso il filtro secondo necessità; se non viene commutato, il rubinetto funziona normalmente. Tuttavia, è necessario controllare il tipo di raccordo. Questi filtri di solito non funzionano sui rubinetti degli irrigatori o su alcuni modelli di design, sebbene la maggior parte dei produttori offra un paio di opzioni.

Filtro sottolavello: Questo è permanentemente messo a piombo sotto il tuo lavandino. Sistemi simili sono usati per la purificazione dell’acqua, ma i modelli alcalini hanno un filtro extra (sei invece di cinque). Di solito viene fornito un rubinetto aggiuntivo, quindi puoi eseguirlo separatamente dalla normale fornitura. Una volta installato, puoi praticamente dimenticartene. Questo tipo di filtro è progettato per il montaggio fai-da-te, il che è abbastanza semplice perché non è necessaria alcuna alimentazione elettrica. Tuttavia, occupa uno spazio significativo e se hai già uno smaltimento dei rifiuti sotto il lavandino, l’installazione potrebbe essere una sfida.

Ionizzatore d’acqua: Questo si attacca al tuo rubinetto più o meno allo stesso modo di un filtro alcalino da appoggio, ma la somiglianza finisce qui. Ciò richiede un’alimentazione a 110 volt, sia per ionizzare l’acqua che per illuminare il display digitale. Queste macchine fanno molto di più che filtrare l’acqua: hanno una serie di preimpostazioni per diversi livelli di pH e possono anche avere controlli variabili dall’utente per pH e ORP. La principale differenza tra queste e altre macchine è che possono produrre acqua leggermente acida (per la cura della pelle, ad esempio) e fortemente acida (per la pulizia). L’intervallo di pH effettivo varia da una macchina all’altra, ma in genere va da un pH di 3 a un pH di 12. Alcuni sono anche autopulenti.

Nota: Alcune macchine per acqua alcalina si basano su una pressione dell’acqua costante (generalmente circa 20 libbre per pollice quadrato) e quindi non sono adatte per le case che utilizzano l’acqua di pozzo, se tale pressione oscilla.

Molte persone non sanno che gli alcali forti possono essere pericolosi quanto gli acidi forti. L’idrossido di sodio (comunemente chiamato liscivia) può bruciare la pelle ed essere letale se ingerito. Fortunatamente, l’acqua potabile alcalina non si avvicina mai a quei livelli!

Caratteristiche

Materiali di consumo

I filtri nelle macchine per acqua alcalina hanno una durata limitata indipendentemente dal tipo di macchina che si acquista. Per avere un quadro generale dei costi in corso, è necessario pensare al prezzo dei filtri di ricambio e alla frequenza con cui sarà necessario sostituirli. Quanto segue è solo una guida approssimativa. La pulizia dell’acqua influirà sulla rapidità con cui il filtro si intasa. I produttori danno istruzioni in modo da sapere quando è necessaria una modifica.

Brocca: I filtri per brocche per acqua alcalina elaborano fino a un gallone e costano da € 15 a € 30.

Controsoffitto: I filtri per i modelli da banco costano da € 25 a € 55. Alcuni produttori affermano che ogni filtro può processare diverse centinaia di galloni, mentre altri non citano la quantità ma affermano che dureranno “fino a 12 mesi”.

Sottolavello: I filtri per i modelli sottolavello sono più complessi e di solito vengono forniti in confezioni da 6 mesi a 3 anni. I prezzi vanno da € 55 a oltre € 200, quindi vale la pena controllare. Non è necessario acquistare filtri dallo stesso produttore della macchina, ma è fondamentale che siano compatibili: possono esserci grandi differenze.

Ionizzatore: I filtri per ionizzatori d’acqua costano da € 55 a € 90 e durano tra 1.000 e 1.300 galloni. Anche in questo caso, la compatibilità è molto importante.

I sistemi sotto il lavello o il piano di lavoro generalmente risultano essere più economici dell’acqua alcalina acquistata in negozio a lungo termine e ridurrai la domanda di bottiglie di plastica monouso.

Accessori

Cartina tornasole: Strisce di carta reattiva al tornasole di Aulyn
Il modo più economico per testare il pH è con la cartina di tornasole, utilizzata nei laboratori e nelle scuole da generazioni. Le strisce sono veloci e facili da usare con la scheda di riferimento fornita. A differenza di alcuni concorrenti che coprono solo un intervallo limitato, questi vanno da un pH compreso tra 1 e 14.

Misuratore di acidita: PHmetro digitale Safe2m
La cartina di tornasole è ottima, ma manca di precisione. Se vuoi un numero esatto, puoi acquistare un misuratore di pH preciso e alimentato a batteria come questo per poco più di un pacchetto di strisce. Misura con due cifre decimali e include batterie e polvere tampone per la calibrazione.

La US Environmental Protection Agency specifica che l’acqua potabile dovrebbe avere un pH compreso tra 6,5 ​​e 8,5. Prima di investire in una macchina per l’acqua alcalina è una buona idea testare la fornitura esistente.

Prezzi delle macchine per l’acqua alcalina

Economico: Le macchine per l’acqua alcalina più economiche sono le brocche alimentate a goccia, che costano tra € 35 e € 55. Come accennato in precedenza, vale la pena controllare anche i costi del filtro. Alla fine del budget, possono facilmente aggiungere il 50% al tuo acquisto.

Fascia media: I filtri da controsoffitto sottili vanno da circa € 80 a € 110. Le installazioni popolari sotto il lavandino vanno da circa € 170 a € 250, anche se se non ti senti a tuo agio con l’impianto idraulico di base, potresti voler pagare un extra per l’installazione professionale.

Costoso: La versatilità fornita dalle macchine da banco plug-in ha un prezzo molto più alto. Poche costano meno di € 500, e le più costose sono di € 2.000.

Non confondere le brocche tradizionali con filtro per l’acqua con le brocche con filtro per acqua alcalina. I modelli standard svolgono un ottimo lavoro di purificazione, ma non hanno alcun effetto sul contenuto alcalino dell’acqua.

FAQ

D. Posso fare l’acqua alcalina senza una macchina?
UN. Puoi. Cose come bicarbonato di sodio, limone, lime e cetriolo possono aumentare il pH dell’acqua se usate nelle giuste combinazioni e ci sono una serie di ricette diverse disponibili. Tuttavia, realizzarlo può richiedere molto tempo e, a meno che non si stia molto attenti, è difficile riprodurre la consistenza fornita da una macchina.

D. L’acqua ionizzata è uguale all’acqua alcalina?
UN. Sì e no! In modo confuso, puoi avere acqua alcalina, acqua ionizzata, acqua alcalina ionizzata e persino acqua acida ionizzata! A rigor di termini, la ionizzazione conferisce agli atomi di idrogeno e ossigeno in qualsiasi tipo di acqua una piccola carica elettrica. Tuttavia, il termine “ionizzatore d’acqua” è più spesso associato alle macchine ad acqua alcalina, quindi in questo caso è la stessa cosa.

D. L’acqua alcalina può essere dannosa?
UN. Il tuo corpo è abbastanza bravo ad adattarsi ai cambiamenti nel pH dell’acqua, fino a un certo punto. Si suggerisce che se stai passando all’acqua alcalina, dovresti introdurla lentamente. Non saltare dall’acqua normale a quella alcalina in un giorno. Tuttavia, se hai un disturbo ai reni o stai assumendo farmaci correlati ai reni, l’aumento dell’alcalinità potrebbe influire sulla tua salute. Dovresti consultare il tuo medico prima di implementare qualsiasi cambiamento nella tua dieta.

Vedi anche

Menu